Giacomo Nobbio - ibridatore - ibridazione garofano, garofani sanremo
italiano english
newsletter
Home   Ricordano Nobbio    I grandi ibridatori    Ibridazione    Floricultura    Evoluzione del garofano    Rassegna stampa    Bibliografia   
 
Domenico Aicardi
Ermanno ed Ester Moro
Quinto Mansuino

Ibridazione
Hybrida
Links
Raffaele Di Meglio
Vacanze Ideali
www.nobbio.com
Condividiamo.net

VIDEO
- Giogio Bocca intervista Giacomo Nobbio

 

Quinto Mansuino



Nato nel 1889, inizia col padre la carriera di fotografo, ma viene ben presto affascinato dalla floricoltura, allora nascente. Nel 1922 affitta una piccola proprietà ed inizia la coltivazione di garofani per dedicarsi, dopo qualche anno, all’ibridazione. Le sue varietà più famose di quel periodo furono Rossini e Fede; poco più tardi anche grazie all’interessamento di Riccardo Brea arrivano sul mercato il Rosso Brea, il Legionario ed altre, consacrandolo come uno dei principali ibridatori del momento. Intimo amico di Domenico Aicardi si dedicò anche all’ibridazione delle rose, dove, oltre alla ricerca di varietà per il mercato, cercò di ottenere nuovi portainnesti. Forse proprio lavorando a quest’ultimo progetto, introdusse la R. banksia, e da essa selezionò delle forme sarmentose da giardino (Purezza), incrociando poi su queste nuove linee creò un nuovo tipo di rosa che prese il nome di R. mansuiniana di cui commercializzò numerose varietà: Generosa, Biancaneve, Letizia, Miss Italia.
Nella sua profonda passione per la ricerca si dedicò anche all’ibridazione del ranuncolo, della fresia e dei pelargonium.


Suggerimenti:


News
Download
Site map
 
Webmaster: Raffaele Di Meglio
Projectmanager: Mariagrazia Mazzella