Giacomo Nobbio - ibridatore - ibridazione garofano, garofani sanremo
italiano english
newsletter
Home   Ricordano Nobbio    I grandi ibridatori    Ibridazione    Floricultura    Evoluzione del garofano    Rassegna stampa    Bibliografia   
 
Nascita
Selezione

Ibridazione
Hybrida
Links
Raffaele Di Meglio
Vacanze Ideali
www.nobbio.com
Condividiamo.net

VIDEO
- Giogio Bocca intervista Giacomo Nobbio

 

Nascita






Anche se pu˛ sembrare ovvio, la base del miglioramento Ŕ la disponibilitÓ di una collezione di parentali, numerosa e ben classificata. L'ibridatore sceglie i genitori per l'incrocio cercando di mescolare pi¨ caratteristiche complementari possibili. A questo proposito, Ŕ molto importante annotare i caratteri delle singole varietÓ ed avere un buon software che permetta di elaborare e ritrovare facilmente le informazioni.
Avendo pianificato l'incrocio da eseguire, l'ibridatore procede con la castrazione dei fiori per evitare l'auto impollinazione.

Il polline del genitore maschile viene raccolto, a parte, in piccoli sacchetti di carta. Asseconda della varietÓ e delle condizioni ambientali, il polline ed i pistilli della parte femminile maturano in 24 h circa.
L'impollinazione viene fatta mettendo lo stigma a contatto col polline.



Dopo l'incrocio il fiore viene classificato e protetto, ogni ibridatore ha risolto questo problema a suo modo, ma il sistema pi¨ pratico Ŕ un sacchetto di carta numerato.
La maturazione dei semi avviene in uno o due mesi in dipendenza del periodo di incrocio, della varietÓ ed ovviamente della specie. Per ogni tipo di incrocio (parentale A x parentale B) occorre raggiungere un numero di semi sufficienti a garantire un'espressione statisticamente significativa. Per questo motivo lo stesso incrocio Ŕ ripetuto numerose volte. Alla piena maturazione dei frutti., l'ibridatore riunisce i semi dello stesso incrocio in 'famiglie' identificate da un codice univoco allo scopo di facilitare le ricerche genealogiche.



I semi vengono poi seminati, coltivati e fatti fiorire. L'ibridazione Ŕ basata sull'incrocio di ibridi con patrimoni genetici differenti, quindi la singola famiglia presenta al suo interno una grande variabilitÓ. ╚ all' interno di questa variabilitÓ che l'occhio esperto dell'ibridatore cercherÓ le caratteristiche commerciali.



News
Download
Site map
 
Webmaster: Raffaele Di Meglio
Projectmanager: Mariagrazia Mazzella